Denis Riva, il mondo là fuori si muove

November 8, 2015

Continua l'anteprima degli artisti de Il pensiero è un abisso: #3 Denis Riva

 

Denis Riva, classe 1979, è tra gli artisti selezionati per la prima mostra collettiva di questa edizione di Cristallino, Il pensiero è un abisso. Il suo lavoro si incentra quasi esclusivamente sul disegno, declinato in tante varianti espressive e in una vasta gamma di supporti: pittura, incisione, tavole, carte, libri d’artista – persino i video e le installazioni partono da questa matrice e si risolvono in essa.

 

 

Una inclinazione, la sua, intesa non tanto alle potenzialità analitiche del disegno, ma semmai alle sue inesauribili capacità transitive: il linguaggio grafico diviene qui strumento per versare una forma entro l’altra, per suscitare quella successiva e ancora, in perfetta risposta alle sollecitazioni creaturali che provengono dall’esterno.

Il suo è un preciso tentativo di restituire la densità plenaria dell’esistente, tutto il mondo visibile e mobile: animali, specie boschive e pluviali, uccelli, sentieri, figure umane –  ogni soggetto che compare sulle sue tele sembra sempre misteriosamente attratto da una ragione metamorfica, amplificata, dal punto di vista tecnico, dallo stile rapido e sintetico, dalla qualità liquida e vibratile del colore.

 

H5N1-Trabant Mobil - Denis Riva - 2012

 

 

Il mondo, là fuori, si muove; e necessariamente il disegno deve assecondare questa instabilità, farsi suo agente e corollario. Con l’effetto che l’opera di Denis Riva, più che essere predisposta a una visione esaustiva, al fermo immagine di un’inquadratura, a un tipo di fruizione lineare, si dilata, stimolando una inquietudine delle figure e dell’angolo di osservazione – preferisce la trama al punto, il reticolo discorsivo alla semplice frase minima.

 

Si tratta, per l’artista, di rendere attive delle possibilità di discorso proprio a partire dal disordine, dalla ricca incertezza dell’esperienza, dalla loquacità delle forme viventi: dal loro lanciare dei segnali ellittici, forti e intermittenti allo stesso tempo, segnali che la sua pittura, quasi fosse un oscillogramma, costantemente rileva.

La materia narrativa è tutta esposta come uno spazio di molteplici dissensi – priva di un centro aggregatore, di un filo che possa fungere da raccordo dell’apparire e dell’assembrarsi di tutti questi animali, queste cose. Solo allo spettatore tocca rinvenirne il racconto, l’analogia segreta.

 

Roberta Bertozzi

 

 

 

Denis Riva, detto Deriva, è nato nel 1979 a Cento (FE), vive e lavora a Follina (TV).

Tra le mostre personali: Ritorno, Trart, Trieste; Casa, Ex Collegio San Giuseppe, Follina (TV), 2015; Paludi organizzate, Casa d’Arte il Vicolo, Bondeno (FE); Deriva crociere, Agitprop Galerie, Mestre (VE); Spiegare il paesaggio, Camino Contro Corrente. Strade dell’Est, Camino al Tagliamento (UD); Ghisa art fusion/del sangue e di altri racconti, Metamorfosi Art Gallery, Fabbrica Saccardo, Schio (VI); Cambio di muta, Nuovo Spazio di Casso, Casso (BL); Magie in(utili), Loft Gallery, Corigliano Calabro (CS); Fluide maniere, Atelier Architettura Ambrosi/Fucigna, Vicenza; Muta invernale, D406 Fedeli alla Linea, Modena, 2014.

Tra le mostre collettive: Peter, Trart, Trieste, 2015; Selvatico.tre/una testa che guarda, Museo Civico delle Cappuccine, Bagnacavallo (RA); Mucchio selvaggio, D406 Fedeli alla Linea, Modena; Memoria involontaria, Trart, Trieste;  Per morgantina, Catania Art Gallery, Catania; U liotru, Catania Art Gallery, Catania.
 

www.denisriva.com

Please reload

POST RECENTI

August 2, 2017

January 18, 2017

December 12, 2016

December 5, 2016

November 18, 2016

Please reload

ARCHIVIO
Please reload

TAGS
Please reload

  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

CRISTALLINO

LUOGHI PER LE ARTI VISIVE

contatti

Segui CRISTALLINO

  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icon
  • Grey YouTube Icon